Ultima modifica: 4 Maggio 2016

Crescere in palestra

Il progetto di educazione motoria, che si rivolge agli alunni della scuola primaria, si inquadra nell’ambito di un’educazione finalizzata  alla presa di coscienza del valore del corpo inteso come espressione della personalità e come condizione relazionale, comunicativa, espressiva, operativa, persegue i seguenti obiettivi:
• Piena integrazione e socializzazione tra gli alunni;
• Recupero della partecipazione e della motivazione;
• Ampliamento dell’offerta formativa intesa come opportunità di applicazione delle conoscenze e delle abilità acquisite dagli alunni.

TRA LE FINALITA’:
• Promuovere lo sviluppo delle capacità relative alle funzioni senso – percettive cui sono connessi i procedimenti di ingresso e di analisi degli stimoli e delle informazioni;
• Consolidare e affinare, a livello concreto, gli schemi motori statici e dinamici indispensabili al controllo del corpo e all’organizzazione dei movimenti;
• Concorrere allo sviluppo di coerenti comportamenti relazionali mediante la verifica, vissuta in esperienza di gioco e di avviamento sportivo, delle esigenze di regole e di rispetto delle regole stesse;
• Collegare la motricità all’acquisizione di abilità relative alla comunicazione gestuale e mimica, alla drammatizzazione, al rapporto tra movimento e musica, per il miglioramento della sensibilità espressiva ed estetica.
Per il raggiungimento delle suddette finalità, viene favorita l’interazione fra operatori esterni ed insegnanti, affinché le diverse competenze possano essere messe in comune, valorizzando ed integrando il lavoro della scuola. In tal modo vengono utilizzati gli interventi di esperti esterni che, in orario scolastico, organizzano lezioni di rilevante valenza formativa ed educativa in collaborazione con i docenti.
La metodologia viene condivisa dai singoli insegnanti e dagli esperti che effettuano gli interventi e che mantengono linee di indirizzo metodologico fondate su:
• Metodo ludico;
• Creazione di emozioni positive per  facilitare l’apprendimento;
• Scoperta, sperimentazione ed espressione dell’io nella sua globalità e particolarità;
• Acquisizione del fair play;
• Introduzione graduale, nelle varie proposte, di nuovi elementi, attrezzi e difficoltà;
• Riflessione critica sull’esperienza propria e di gruppo con l’aiuto degli adulti.

Le attività verranno condotte in palestra, in orario scolastico dall’insegnante di classe, con la consulenza dei tecnici.

Manifestazione finale presso il Centro Sportivo comunale – vedi la circolare 206

Circ.n.206_Pallavola. Crescere in palestra